Rodolfo Calanca, in alto: durante una conferenza (ottobre 2008, Convegno EAN Cervarezza - RE) e a fianco: all'Osservatorio di S. Tomaso Agordino (agosto 2009); sotto, l'Autore insieme ad Angelo Angeletti nel corso di una conferenza tenuta a Macerata nell'aprile del 2009, a fianco: nell'Osservatorio Astronomico dell'Alpenhof di Lienz, agosto 2009.

 

Rodolfo Calanca, autore di questo sito, da anni si occupa di

comunicazione scientifica e di divulgazione astronomica.

Giornalista free lance, è stato vicedirettore della rivista COELUM

Astronomia, ha scritto 150 articoli per numerose testate

specializzate ed è autore di un libro sui transiti di Venere.

Tra i suoi principali interessi, la storia dell'astronomia ed il

coordinamento, in ambito nazionale, di progetti di ricerca

scientifica rivolti agli amatori. E' stato il primo in Italia a proporre

con successo, nel 2007, l'osservazione dei transiti di pianeti

extrasolari con strumentazione non professionale.

Attualmente è responsabile della web-community  EANweb

e sta scrivendo due libri.

Anche la didattica astronomica è tra i suoi interessi, spesso con

risultati di notevole valore come è avvenuto, ad esempio, nel 1997,

quando tenne un corso di astronomia ad un gruppo di liceali

di Carpi (MO) e li preparò al Concorso Nazionale per giovani scienziati

del Premio Philips con un progetto teorico-osservativo molto sofisticato

sulla ricerca e lo studio degli asteroidi. La partecipazione al Concorso

ebbe pieno successo: i suoi studenti vinsero il primo premio, sconfiggendo

l'agguerrita concorrenza costituita da oltre un centinaio di progetti (si veda l'articolo).

 

I RICONOSCIMENTI PIU' RECENTI:

 

Nel corso del 2009 ha vinto il 1° premio per la categoria singoli

del Premio Nazionale di Astronomia FOAM13 per un breve

saggio dal titolo: "Le osservazioni astronomiche nel Sidereus

Nuncius di Galileo". Ecco alcuni punti salienti della motivazione del

premio formulata dalla giuria: "L'opera evidenzia la portata

rivoluzionaria ed intellettuale del gesto di Galileo che punta

il suo cannocchiale verso il cielo e non si può far a meno

di affermare come la nascita della scienza moderna è annotata

proprio nella pagine del “Sidereus Nuncius”. Il lavoro ha

centrato in pieno l’ambito della Storia dell’Astronomia,

evidenziando in particolare gli eventi che hanno portato poi

all’Anno Internazionale dell’Astronomia e per tutti questi

motivi l’opera è stata giudicata meritevole del primo premio."

Nel 2010 ha vinto il Premio Speciale "Croce del Sud",

nell'ambito del 3° Concorso Internazionale di narrativa e di

Letteratura scientifica Città di Salerno per il saggio inedito:

"Il volto di Selene".

 

 

Rodolfo Calanca organizza, anche per conto terzi,

corsi di astronomia,  Convegni specializzati, Star Party,

progetti di ricerca, ecc.

 

per contattare l'autore:

rodolfo.calanca@gmail.com

rodolfo.calanca@eanweb.com

 

 

 

 

Gli studenti liceali Marco Pietri, Francesco Gualdi e Giulia Testa, che nel 1997 vinsero il Concorso Philips per giovani scienziati e ricercatori (vedi articolo), dopo essere stati preparati dall'Autore.

 

 

 

 

 

A sinistra: il 13 dicembre 2009 ricevo

il 1° Premio Nazionale di Astronomia

FOAM13 all'Osservatorio di  Tradate.

A consegnarlo il prof. Furia; nella foto il

presidente del parco, Mario Clerici e il

Sindaco di Tradate, Stefano Candiani.

 

Rodolfo Calanca, durante la conferenza

tenuta in occasione del meeting galileiano,

MACERATA CITTA' DELLA SCIENZA

GALILEIANA 2010, il 14 marzo 2010.

 

TORNA ALLA HOME PAGE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il trofeo del Premio Speciale CROCE DEL SUD 2010, conferito

all'autore.